venerdì 2 novembre 2007

Povero cinema italiano




E' da tanto che non vedo un bel film italiano!

Secondo me l'ultimo bello e' stato "Nuovo cinema paradiso "del 1988!!!!!!!!!!!!!! "Roba recente"
Un po' di giorni fa vedevo un servizio sul nuovo emergente cinema italiano "WOW grandioso"4 sgallettate attrici mezze nude pittate tipo Andy Warhol che si lasciavano fotografare come dive di Hollywood affermate ma sconosciute e vergini di cinema insomma attrici sulla carta famose ancor prima di dover dimostrare il proprio valore!
Qualcuno non sara' d'accordo con me , ma attualmente la mia attrice italiana preferita e' Maya sansa .
Peccato il grande cinema italiano ai tempi d'oro era un gran cinema e non mi dilunghero' ne' con titoli di film , ne' con nomi di attori e registi perche' li conosciamo tutti noi quelli che furono a renderlo famoso in tutto il mondo!
Anche Cinecitta' ormai ha lasciato spazio alla televisone e si e' arresa anche lei , che delusione, povero Fellini se sapesse che in quelle stanze dove si sono girati i suoi grandi film adesso c'e il "Grande Fratello".
Ormai che l'Italia sia in una depressione nera e' storia nota, e quindi anche il nostro cinema esprime delusione, pessimismo, paura del futuro, angoscia.
Eh si questo lo noto ormai quando (raramente ormai) vado a vedere un" bel "film italiano.
Poi ci sono i soliti panettoni natalizi che danno energia e soldi ai produttori cinematografici e si dice "guardate che incassi fanno boldi e de sica; il cinema non e' vero che e' in crisi guardate che incassi che fanno" ma io dico ma la parola qualita' l'hanno dimenticata!!!
Stasera dovrei andare al cinema ma non so' se ci vado, perche' vado con un senso di angoscia nera . Ma la speranza ci sara' ancora???

7 commenti:

SoleDiva ha detto...

Mentre non parli delle grandi doti come donna che hanno le altre, nessuno puo giudicare le tue preferenze....
Comunque non ti aspettare che un film raggiunga il livello di un'altro, e che un capolavoro possa non sembrarti tale, semplicemente perche le percezioni cambiano da persona a persona...
Non ti dimenticare che ultimamente abbiamo visto belle cose al cinema...nuovomondo, per es.
Coproduzione? ok....

Luciano Riccardi ha detto...

Sono d'accordo con te, tuttavia osservo che anche il cinema non italico trascorre un periodo non felicissimo. Quello statunitense mi fa orrore in genere, quello scandinavo ha fatto il suo tempo, quello francese si ripete ormai in schemi stanchi, quello extraeuropeo mi sembra sempre lo stesso film...

Anonimo ha detto...

tiè
http://it.youtube.com/watch?v=ekN2CG4JaE0
flender

Anonimo ha detto...

Maya Sansa? Ho controllato ed ho visto che ha anche recitato in "Buongiono notte" (che io ho guardato), ma non ho ben capito chi è e quale parte reciti. Per quanto riguarda "I panettoni natalizi" non condivido assolutamente le tue affermazioni, visto che non spetta a te giudicare i gusti e le preferenze degli altri (l'hai fatto implicitamente). Se consideriamo poi che a guardare questi film sono in tanti dato il numero degli incassi, mi sa che dovresti anche riformulare un attimo il pensiero che hai scritto precedentemente. GIGGIONE

Luciano Riccardi ha detto...

Dal numero di persone che guarda un film non si può inferire la qualità... se così fosse un film porno sarebbe un capolavoro probabilmente. Certo è un dato, ma non è uno dei più importanti - anzi si potrebbe quasi affermare il contrario: più persone guardano un film, meno significativo è...

flender ha detto...

visitate il mio blog
www.ilflenderiano.blogspot.com
(Pubblicità occulta)

Anonimo ha detto...

PER LUCIANO RICCARDI
"anzi si potrebbe quasi affermare il contrario: più persone guardano un film, meno significativo è..."
E questo chi lo dice? Te?
Certo, il numero di spettatori e gli incassi sono solo un dato e forse anche poco importante come dici tu, ma affermare l'esatto contrario mi sembra paradossale onestamente; nel senso che se i dati su in questione sono irrilevanti per dare un giudizio positivo al film, lo saranno inevitabilmente anche per darne uno negativo. Poi non dico mica che i "panettoni natalizi" sono dei colossal, sono semplicemente un genere di film destinati alla massa, e credo che vada bene così; senza dover sollevare critiche verso chi ogni 25 dicembre dell'anno si reca al cinema per una buona dose di risate... GIGGIONE