domenica 27 gennaio 2008

Aspirapolveri nelle astronavi






Fare affari al giorno d'oggi e' diventato difficilissimo , sia per mancanza di soldi, e sia per troppa concorrenza!

Quello che vi racconterò' cari amici , e' una strana avventura capitataci a me e Sole l'anno scorso!
Un giorno riceviamo una telefonata da una strana azienda (mai sentita) di cui per ovvie ragione vi celerò' il nome(ma anche perché' me ne sono dimenticato), in cui la telefonista con estrema gentilezza ci reclamizzava una meravigliosa aspirapolvere/sterilizzatore dai numerosi poteri!
Stavo per chiudere la telefonata (sempre mandandola a quel paese ma con garbo) quando tempestivamente forse accortasi del rompimento di scatole da lei procurato , mi annunzia"guardi che possiamo venire a fare una dimostrazione gratis a casa sua con la sterilizzazione dei suoi materassi e per il suo disturbo le regaliamo una macchinetta per fare l'espresso a casa", e li mi ha fatto un po' pensare "mbe male che va mi prendo la macchinetta e ciao", e cosi' abbiamo fissato l'appuntamento per la dimostrazione.
Arriva il grande giorno e togliamo le lenzuola dal letto per la dimostrazione come ci aveva già' detto la centralinista, ed ecco finalmente che arrivano i nostri eroi con circa 4-5 borsoni immensi pieni di chissà quanta roba!!!
Ed io penso, " in una di quelle borse ci sarà' la mia bella macchinetta" già' immaginavo nell'aria il buon odore di caffè!!!

I nostri giovanissimi amici (ragazzi ci 20 anni al massimo) cominciano con un modo molto inesperto a maneggiare questo immenso giocattolo e a descriverci le varie parti smontabili del nostro aggeggio facendolo cadere piu' volte per terra!

A un certo punto dice"alcune parti dell'aggeggio sono state costruite con materiali che utilizza la N.A.S.A per le sue astronavi spaziali e......bla bla bla" wow mamma mia!!!!

Allorché' comincio a insospettirmi e con una estrema tranquillità' gli dico" si tutto bello , ma io vorrei vedere prima la mia bella macchinetta del caffè per favore" e lui "si un attimo adesso le devo spigare le funzioni dell'aggeggio " , ma io insisto , "guarda che gli ordini li do' io in casa mia , per favore fammi vedere immediatamente la mia bella macchinetta".

Lui impaurito si guarda intorno e guarda anche la sua altrettanto stupita collega non sapendo Più' cosa dirmi , ma a un certo punto mi dice "guardi che non abbiamo nessuna macchinetta del caffè , per averla deve compilare una lista di 100 nominativi e darla alla nostra organizzazione dopo di che avrà la sua macchinetta casa via posta"!!!!!!!!!!!!!!!!

Li' ecco che la mia rabbia prevale ,e comincio a urlare contro i giovanotti in questione!!!
Gli dico di rimettere subito in borsa tutto quel giocattolo e di andarsene via immediatamente perché' mi ero sentito offeso e preso per i fondelli dalla loro organizzazione Più che da loro due!!!
Mi dice di stare tranquillo e comincia a telefonare alla sua organizzazione , dopodiché mi passa alla sua capa e bla bla bla comincia un piccolo alterco telefonico,e a sua discolpa mi dice "le chiedo scusa , evidentemente la centralinista si sara' spiegata male" see va be a chi la racconti?!?!?!?
Dopodiché la mando gentilmente a quel paese e gli dico di non farsi Più risentire!
I nostri 2 eroi giocattolai rimangono li impauriti dalla mia reazione , ma li tranquillizzo dicendo che in realtà' "siete solo marionette in mano alla vostra capa , non me la prendo con voi " si devo dire la verità' mi hanno fatto pena , ma va be li ho accompagnati alla porta e saluti di circostanza!
Allora dopo di questa avventura abbiamo capito 2 cose la prima e che nessuno regala niente per niente , la seconda che nessuno regala macchinette per caffè espresso per niente!
Per la cronaca dopo ci siamo fatti il caffè con la Moka Bialetti tradizionale !

5 commenti:

Vincenzo ha detto...

Sant'Antonio diceva: le mie catene son più belle!

Anonimo ha detto...

ho capito a chi ti riferisci
perchè quell'azienda ci provò con me.Per fortuna non li hai chiesto il prezzo.Mi sembra volevano 4000 euro (non scherzo)
c'era un sito che spiegava tutta la bidonata che c'era dietro.La storia della nasa la conoscevoperchè mi chiamarono per un colloquio a molfetta con questa presunta ditta
Penso che non avresti dovuto farla nemmeno entrare
flender

SoleDiva ha detto...

Dopo tutti siamo bravi ad evitarle, pero le situazioni certe volte sfuggono, scappano dalla nostra attenzione...pero è vero che ci siamo fate tante risate, ancora oggi che ce ne accorgiamo.
Poi mio marito ha un modo di scoprire le fregature e mandare a quel paese" con tanta ironia che mi fa sempre ridere. è proprio un modo di fare che ancora devo imparare.
Comunque poveri questi ragazzi che cercano i soldi in questi lavori di m..., massacranti per la mente!!!

Vincenzo ha detto...

La ditta in questione è la Kirby. Ora ricordo che striscia la notizia una volta ne parlo.

Ci sono riferimenti anche su Wikipedia e mille altri se cercate con google.

Le strategie di marketing aggressivo, e il racconto delle metodologie di lavoro di Kirby sono state descritte dalla scrittrice Michela Murgia.

Anonimo ha detto...

CHE CAGATA DI STORIA! GIGGIONE