giovedì 3 aprile 2008

Capolavori nella polvere





Ho avuto la fortuna di avere un'insegnante elementare di ottimo livello, e conserverò' di lei oltre ai ricordi dei dolorosissimi schiaffi, anche di alcuni suoi insegnamenti , che finora mi sono stati da esempio da seguire.


Ci diceva sempre ,"leggete,leggete sempre anche se e' qualcosa di insignificante" e ci raccontava un aneddoto di quando una volta aveva una voglia di leggere , ma non aveva con se ne libri e ne giornali e cominciò a leggere il giornale che avvolgeva un fascio di verdure che sua madre aveva portato dal mercato!

Forse il mio amore per i Libri e la lettura e' nato da quelle parole ,fatto sta che nella mia infanzia e nelle mie ore solitarie d'estate sotto un bell'albero all'ombra ho letto parecchi tra libri e fumetti vari .

Le mie letture preferite sono sempre state , romanzi in genere, classici della letteratura mondiale, ma in gioventù' ho avuto anche 3 . 4 abbonamenti annuali a "Topolino" di Walt Disney e altri fumetti vari.

Poi crescendo ho anche apprezzato vari saggi , anche se ho approfondito sempre i grandi classici e alcuni mesi fa mi sono imbattuto in un ritrovamento bellissimo; mio padre ha nel suo laboratorio migliaia di roba messa li' da anni (prevalentemente inutile e rotta , che lui crede di valore inestimabile) e mentre guardavo in giro, ho visto una catasta di libri ammonticchiati, e pian piano ho scoperto libri che a una prima occhiata sembravano interessanti.

In effetti mi sono sembrati più che interessanti ,e ne ho salvati a decine da chissà quale sorte!!!!!!!

Per esempio grazie a questa scoperta ho trovato 2 belle raccolte di "Maigret" di Simenon ed e' stato il pretesto per conoscerlo visto che non ne avevo mai letti prima , poi i libri "La cruna dell'ago " di Ken Follet , o anche il bellissimo romanzo di Guy de Maupassant "Bel ami", "Il grande Meaulnes " di Alain-Fournier, "Il demone meschino " di Fëdor Sologub, "Confessioni di una maschera" di Yukio Mishima(prestato ad una mia amica che studia giapponese e riavuto dopo mesi) e altri gialli di autori piu' o meno sconosciuti!

I bei libri devono essere letti e riletti , non possono restare in mezzo alla povere o essere confusi con cianfrusaglie varie , secondo me e' un delitto , la buona lettura e' una cosa meravigliosa , io quando leggo immagino e mi emoziono, mi immergo nel personaggio e vivo le emozioni che vive lui in prima persona immagino i luoghi , i volti , gli odori , il paesaggio tutto questo e' fantastico!!

Concludendo , mi e' piaciuto salvare quei libri da chissa' quale brutto destino, ma a pensarci bene e' rimasto ancora qualcos'altro , forse andro' a dare un'altra occhiata!!

Per la cronaca la maggior parte della pila di libri era composta da vecchi manuali degli anni 30, oppure codici per capi d'istituto degli anni 40, o anche regolamenti fascisti !!!!

Mah potra' interessare a qualcuno???

6 commenti:

Luciano Riccardi ha detto...

Molti libri di Maigret sono assoluti capolavori - primo su tutti "Gli Scrupoli di Maigret", leggilo se puoi.
Bello anche quello di Mishima...
In ogni caso è vero che scoprire la letterature per caso, non in una libreria, ha molto più fascino!

Gennaro ha detto...

Comunque Maigret mi ha rapito , e' un grande, mi piace tantissimo, non ho mai letto cosi' velocemente un libro come Maigret.
Credo di "trovarne" o comprarne altri prima o poi .
Grazie del consiglio comunque:per la cronaca oggi ho inizato "Un natale di Maigret".

Luciano Riccardi ha detto...

Anche io adoro la scrittura di Simenon, lenta, affascinante, induttiva, apparentemente semplice. Se non trovi Gli Scrupoli avvisami che te le procuro io, leggilo lentamente, con calma, assaporandolo come un piatto prelibato e non te ne pentirai!

Gennaro ha detto...

Dopo il Maigret che sto leggendo adesso vorrei leggere Mishima, poi per il titolo che mi consigli tu vedro' bene in libreria!

Polissone ha detto...

Faccio parte delle personne che non conoscono Maigret ... pero solo a leggervi vi date voglia di leggerlo !!

Io sto leggendo un libro di Anna Gavalda in questo momento. Era da un po che non leggevo romanzi... Dici bene Gennaro, che gusto vivere tutte queste emozioni. Piu bello leggere e creare le nostre interpretazioni ed immagini che vedere un film ...

Anonimo ha detto...

Non hai salvato assolutamente niente! Quei libri li avrebbe acquistati "tartaghiaun". Perchè non salvi i regolamenti fascisti? Non ti chiamavano per caso "Rin u nazist"? :-) Luigi