mercoledì 30 luglio 2008

Birra in fumo






Ho letto qui che la birra si incendia!


Eh si perché circa una settiamna fa uno stabilimento di birra ha preso fuoco, quindi di conseguenza anche la birra si e' incendiata.


MA perche' non scrivono articoli meno sensazionalistici???

Non andava bene un titolo tipo " 51 000 ettolitri di

Birra buttati"????

Che c'entra il fumo???






martedì 29 luglio 2008

La paura del nuovo




Secondo me da quando l'uomo e' nato, ha sempre avuto paura delle novita', ma poi alcune di queste novita' non lo hanno mai lasciato e sono diventate indispensabili per esso.


Questa osservazione nasce da una ricerca che ho fatto su internet qualche giorno fa'.

Ho sempre avuto curiosita' su di tutto e da bambino passavo ore dinanzi all'enciclopedia , semplicemente sfogliano il librone e cercando informazioni del tutto casuali e senza alcuna importanza basilare e scoprivo cosi' cose nuove, e cosi' ancora oggi certe volte navigo su internet e leggendo Wikipedia mi inoltro da un'argomento all'altro senza rendermene conto.

E cosi' e' stato che ho scoperto la storia di Dick Fosbury colui che ha inventato lo stile chiamato appunto "Fosbury" nel salto in alto.
Era un semplice atleta, che un giorno ha scoperto e deciso di saltare in un modo diverso da come saltavano tutti gli altri cioe' ha scombussolato l'intera disciplina sportiva.
Nessuno ha creduto in lui, lo hanno ridicolizzato , deriso, ma poi?!?!??
Oro alle olimpiadi e record del Mondo.
Oggi tutti adottano il suo stile , e' stato accettato e usato universalmente , ma quelli che lo hanno irriso che fine hanno fatto??? Semplicemente dimenticati.


Tutto cio' mi fa pensare a coloro che non accettano il nuovo , e ancor di piu nel paese dove sono nato, dove regna l'immobilismo e il vecchio.

Lo dico sempre, in Italia meglio non portare nulla di nuovo , non siamo abituati, vi spiego il perche', ogni volta che si cambia e si porta una novita' , e' sempre peggio , questa novità si traduce in inefficienza e sicuramente spese raddoppiate.

Quindi sono piu sereno quando qualcuno mi dice "e anche stavolta non fanno nulla di nuovo", io gli rispondo " eh meno male" .
Naturalmente la mia e' una provocazione, perche' vorrei una mentalita' nuova e efficente, ma mi rendo conto che il nuovo spesso si traduce in demagogia da campagna elettorale e nulla di piu'.
Un esempio su tutti e' il sito "Italia.it" , una barzelletta italica. Il nuovo che avanzava ecco poi dove e' finito ,milioni buttati al vento e il sito vecchio sicuramente era migliore di quello che poi hanno chiuso appunto il "nuovo".
Ma attenti che qualcuno ha deciso di fare un "nuovo" sito di "Italia.it" appunto uno "nuovo".
Il nuovo io lo lascerei fare a chi lo sa fare bene, si ma chi??.




lunedì 21 luglio 2008

Emigranti a Corato


Mi vedo obbligato a scrivere un nuovo post per stemperare le nubi polemiche scatenate dal mio post precedente e legate alle note vicende pseudo sportive del Tour de France.



In questi giorni d'estate si verifica come ogni anno un fenomeno che credo si verifica in tante città del sud Italia, cioè il rientro per le vacanze degli emigranti .


Non li chiamo turisti , perché non sono persone che vengono a visitare la mia citta' per conoscere le bellezze culturali o artistiche , ma semplicemente vengono a ritrovare soprattuto i parenti per stare in loro compagnia per qualche settimana.

La mia città si riempie di targhe estere di nazionalità' sopratutto francese e tedesca.

Infatti la maggior parte degli emigranti che vivono all'estero vivono a Grenoble (Francia) o a Offenbach (Germania) ma anche nella lontana Venezuela.


I grenoblini sono la maggioranza.

Non dimentico gli emigranti rimasti in Italia (Milano e Torino soprattutto), ma loro vengono un po più spesso degli "stranieri " e soprattuto non hanno usi e costumi della prima categoria di emigranti.

Le loro abitudini , si sono fuse con quelle dei luoghi dove abitano abitualmente e in primis la lingua ne risente , cioè ormai parlano un misto tra francese e italiano , che certe volte e' difficile anche comprendere specialmente nelle persone anziane.
Quando rientrano a Corato' (accento finale sulla o) come dicono i grenoblini , vedo molta emozione nei loro occhi, quando vedono le strade dove avevano giocato da piccoli, quando mi chiedono se vive ancora qui quella persona o quando credono che Corato' sia ancora quella di una volta.

Mi emoziono anche io con loro , immaginando cosa stanno provando in quel momento , l'amore per la loro patria e la loro città ormai che non sentono più completamente la loro.
Poi ci sono i "grezzi" cioè coloro che vogliono far pesare la loro italianita' all'estero e vogliono dire ai francesi e tedeschi, guardate che io sono italiano e ve lo dimostro in tutti i modi, cioè mettendo adesivi più non posso sui loro bolidi con scritte tipo "Italia"o "I love Italia" oppure con targhette adesive plastificate di coniglietti o tendine mostruosamente orrende, il tutto condito da assurde canzoni anni 70 messe ad alto volume per la città.
Io preferisco il sentimentalismo del vecchietto da 40 anni in Francia che ritorna con la lacrimuccia , guardando la Festa patronale di San Cataldo con amore sincero per quella festa , che oggi non ha piu un senso per noi coratini di Corato, oppure che si emoziona mangiando una Braciola di cavallo made in Corato.
O anche ai figli degli emigranti che vengono a scoprire la città dei loro padri, guardandola con occhi diversi e magari scoprendo qualcosa che agli occhi dei coratini sfugge.
Un saluto va ai veri Coratini lavoratori che hanno lasciato la nostra Città per lavoro e non solo e speriamo l'hanno arricchita facendola conoscere all'estero per una città tranquilla non troppo bella , ma ricca di gente perbene !

lunedì 14 luglio 2008

Trullo Volante


Oggi Leonardo Piepoli (detto il Trullo Volante) ha vinto la sua prima tappa al Tour de France all'eta' di 37 anni!
Era da tanto che non seguivo più una tappa ciclistica, ero disgustato dalle vicende di doping , e anche oggi non so se ho assistito a una gara "pulita" o no.
Pero' il ciclismo ha il suo fascino , vedere uomini che sbavano e soffrono su una bicicletta pedalando in salita , ancora oggi dimenticando per un attimo le note vicende extra sportive, mi affascina.
Negli anni 80 seguivo sempre il "Giro " e il "Tour" e andavo in compagnia di mio padre a vedere gli arrivi di tappa a Corato nel "Giro di Puglia" oggi tristemente dimenticato e non so se lo fanno ancora.
Me li ricordo i pomeriggi seguendo Moser ,Argentin, Bugno, e poi i più recenti Pantani Cipollini Petacchi.
Poi il 1998 tutti contenti con Pantani per una meravigliosa doppietta Giro e Tour e poi la delusione degli anni successivi e da li che quel mondo mi ha schifato e soprattuto i ciclisti e le loro s quadre , con atteggiamenti non del tutto limpidi, ma si sa' dove girano i soldi , e' tutto marcio , vedi il calcio.
Concludendo vorrei dire solo che non so se mai tutto ritornerà pulito (credo di no) , ma certi momenti ti emozionano , ed oggi mi sono emozionato vedendo il pugliese vincere!!!!

sabato 12 luglio 2008

Auguri Antonio



Oggi e' il 12 luglio, ed e' il compleanno di un grande giocatore italiano, Antonio Cassano.
Certo sull'aggettivo grande non tutti saranno daccordo, ma per me e' il più grande estroso e anche un po' pazzo campione del calcio italiano da 10 anni a questa parte.
Non ho mai giudicato un giocatore fuori dal campo di calcio , e nemmeno amo la la loro vita privata, un giocatore secondo me va visto in campo e stop, ma su Cassano tutti hanno visto qualcosa oltre il giocatore forse troppo.
E' vero che anche in campo il caro Antonio ne ha fatte vedere di cose sia belle che brutte, non ne faccio di elenchi le sappiamo già le cassanate che ha fatto.
Ma mi ha colpito sin dal suo primo gol in campionato contro l'inter dicembre 99, un capolavoro , poi il passaggio alla Roma , dove ha vissuto i suoi momenti più belli sinora, poi la nazionale agli europei del 2004, quando e' stato uno dei pochi a salvarsi dalla insufficenza totale.
A un certo punto qualcosa e' andato storto forse troppi soldi danno davvero alla testa ed e' un po scoppiato, poi il passaggio al Real Madrid e la mancata convocazione per l'Italia campione del mondo 2006 , peccato poteva essere campione del mondo !!
Ma ho apprezzato la sua rinascita , ma non le sue scenate stupide.
Un Cassano serve sempre al calcio che in mezzo alle sue schifezze sportive e non , ha sempre le giocate meravigliose di quei giocatori che ci fanno ancora amare comunque questo sport .
Da pugliese che ama la sua terra ha detto che mangia sempre roba di Bari e questo me lo ha reso anche un po' più simpatico , e anche le sue origini diciamo non proprio di Oxfordiane lo hanno reso anche facile bersaglio di critiche non del tutto sbagliate!
MA i grandi son cosi' come si dice , genio e sregolatezza....Auguri Antonio

giovedì 10 luglio 2008

Dichiarazioni imbarazzanti




Ho letto qui che la Betancourt ha dichiarato «Ho adorato la testata di Zidane a Materazzi. Avrei fatto lo stesso»
E a pochi giorni dal suo rilascio , quello che poteva essere un personaggio che ci ha provocato anche un po di simpatia mista ad ammirazione , oggi mi delude e mi diventa antipatica dicendo ste cose.
E' vero che ognuno puo' dire quello che pensa , ma elogiare un momento di violenza nello sport , da questa donna mi ha un po deluso tutto qua!
Forse a stare troppo tempo sotto i riflettori provoca questo???!!!
Forse e' tempo di rilassarti un po' Ingrid!

mercoledì 9 luglio 2008

Religione nelle strade



Le regole , e quindi la legge in Italia, sono due parole che vengono capite in modi diversi a seconda di chi le vuol intendere.
E' di pochi giorni fa la notizia che ai musulmani che pregavano per strada a Milano, le autorità gli ha fatto notare (giustamente secondo me ) che non era giusto intralciare una pubblica via per pregare , quindi dovevano trovare una sede più consona alla situazione.
Il comune quindi gli ha detto che potevano utilizzare una struttura comunale ( il vecchio velodromo Vigorelli) .
Ma penso io, come mai deve pensarci il comune???? Se i musulmani hanno voglia di pregare che lo facciano in una Moschea costruita a spese loro!
Cosa centra lo stato nella religione????
Allora domani mi alzo anche io e dico "sindaco ho bisogno di chiedere aiuto al mio Dio , mi trovi un locale adatto"???
Ma come mai circa un anno fa un pomeriggio nel cortile della casa dove abito, hanno detto una messa con tanto di prete e amplificatori disturbando chi di quella messa non interessava nulla e soprattuto senza chiederci il permessoanche anoi che credenti non siamo??????
Grazie per il rispetto di chi non la pensa come voi!
E mi dite anche ,come mai ci dobbiamo sorbire le Campane delle chiese in orari assurdi con tanto di musiche sacre a tutto volume, solo perché lo fa la chiesa?????
Se dobbiamo far rispettare le regole , facciamo in modo che le rispettino tutte le religioni!!!
O forse si crede ancora che L'Italia possiede una religione di stato??????
Se qualcuno crede questo, si può andare a rileggere la revisione del concordato del 1984!!!!

lunedì 7 luglio 2008

Yukio Mishima
















Oggi vorrei parlare di uno scrittore Giapponese ;Yukio Mishima.

Da amante della cultura giapponese e della letteratura in genere , ho letto fino ad oggi solo 3 libri giapponesi, ma mi sono bastati per colpirmi enormemente.

Il primo e' stato "La chiave" di Junchiro Tanizaki, un libro di giochini sensuali tra due amanti che si stuzzicano a vicenda tra le pagine di un diario , un gioco che li portera' a conoscere se stessi piu di quanto non si conoscano in realtà.

Poi Mio cugino Luciano circa una decina di anni fa mi ha regalato La voce delle onde (潮騒 - Shiosai, 1954), e come dedica mi scrisse "il più bel libro che abbia mai letto" wow .
Un libro molto dolce , che narra la storia d'amore incompresa di due giovani marinai, ma con tratti di violenza cruda.

Il terzo ed e' quello che ho letto più di recente e' "Confessioni di una maschera" (仮面の告白 - Kamen no kokuhaku, 1949), La storia di un giovane uomo con la scoperta della sua omossessualita' .
Molto forte e allo stesso tempo dolcissimo ecco le caratteristiche di questo scrittore che ho riscontrato finora.
Ma oltre i libri, mi ha appassionato la figura di Yukio Mishima un uomo particolare in tutti i sensi , legato a educazioni rigide dell'antico codice giapponese risalente agli antichi samurai, alla devozione per l'Imperatore e al rifiuto della sottomissione agli americani.

Ma la sua morte cruenta ha fatto si che l'uomo abbia lasciato spazio al mito.

Una morte organizzata e concepita come un rito meraviglioso nella sua drammaticità' e cioè fece il famoso seppuku una morte crudele simbolica e molto teatrale.

La mia ammirazione va' al coraggio e la grandezza di questo scrittore .

Voglio ricordarlo con una delle sue frasi

“L’uomo non ami nulla e sarà invincibile”

martedì 1 luglio 2008

Odio l'Estate



E' cominciata da pochi giorni, l'aspettavate da tanto , e adesso che c'e, già la odiate!!!
Certo non tutti, ma io si!!!
Questo sentimento e' cresciuto in me lentamente nei confronti di questa stagione, da bambino invece l'amavo, forse perché' e' legata ai momenti piu spensierati della mia esistenza o forse perché i bambini sentono meno il caldo asfissiante!!
Crescendo ho sentito per l' estate fastidio, legato a tante cose , in primis al caldo ossessivo e al conseguente sudore opprimente!!
Poi perche' per il Peuceta medio l'estate e' sinonimo di mare , ma perché????? dico io!?
E se non sei abbronzato non vali nulla.
E allora io che non amo in un modo eccessivo il mare e odio stare ore disteso come un baccalà al sole????
Alcune volte in estate sono stato in vacanza in località turistiche non marine e sono ritornato bianco mozzarella, alcuni non credevano che fossi s tato in vacanza!
Per non parlare del disgusto domenicale popolano di recarsi al mare !!!!
Svegliarsi all'alba, code infinite in auto, sudore a litri in auto, mangiare in spiaggia con folate di sabbia che entrano nei panini (il famoso pane e sabbia) , poi giovani con pancetta che per farsi aitanti agli occhi di giovani donne , giocano a un misto tra pallavolo e calcio con pallonate a 200 orari che disturbano i poveretti (come me) che se ne s tanno all'ombra a leggersi un buon libro!!!

Ecco perché preferisco andare la mare in settimana!
Odio l'estate anche per la gente che si lamenta del caldo, per i telegiornali ( con notizie ricicalte da anni precedenti ) che in prima notizia mettono scene di vecchietti in canottiera sotto il sole che bevono l'acqua!!
Odio l'estate anche per il mio vicino che dorme nel balcone , quindi oltre a non dormire per il caldo non dormo anche perche' lui russa(rumorosamente) a pochi centimetri dal mio balcone!!!!

Infine nemmeno un bellissimo tramonto rosseggiante salva l'estate!!