mercoledì 13 maggio 2009

Pubblicita' regresso


















MA va bene che tutto e' in vendita, ma mi sapete spiegare cosa sponsorizza questo cartellone????
Quindi la fede e i riti religiosi sono da sponsorizzare???
Per la Foto ringrazio l'amico Nunzio!

4 commenti:

santini2008 ha detto...

di questi cartelloni durante la settimana santa ne sono stati esposti parecchi, quasi uno per ogni confraternita... sembrava la reclame del Palio di Siena, dove ogni rione gareggia contro gli altri. Qui sembra che le confraternite facciano a gara a chi ha più confratelli... che schifo...

Nunzio Calò ha detto...

Indeciso se consigliare al Tuo amico Nunzio di impiegare meglio il suo tempo o se, a mia volta, aggiungere il carico da 11, opto per la seconda soluzione avendo io stesso tempo da impiegare allo scopo. La "comunicazione istituzionale" fotografata è della Parrocchia di San Giuseppe. Pubblicizza la via Crucis di questo anno. Pensavo, quando San Giuseppe era diretta da un sacerdote ultrasettantenne, che "gli spettacoli" ad opera dei confratelli che eravamo costretti ad assistere noi ragazzi della Parrocchia, il cui apice era costituito da un Gesù Bambino coperto da banconotre di vario taglio durante le celebrazioni natalizie, protetto anche con calci e pugni se solo si adombrasse l'ipotesi di lasciare nella cassa parrocchiale "il raccolto", erano il frutto di un certo modo datato di concepire la religione. Un sacerdote anziano, ipotizzavamo, tollera, dall'alto della sua benevolenza, anche scempi di quel tipo. Ipotizzavamo pure che un Sacerdote più giovane, con il Nuovo Testamento nella tasca destra e il Capitale di Marx in quella sinistra (non a caso), sicuramente avrebbe letteralemnte soppresso l'andazzo, voluto dalle Confraternite per poter acquistare volumetrie al cimitero. La Parrocchia, oggi, è guidata da un giovane sacerdote, ma sembra che gli spettacoli immondi offerti in queste occasioni non solo sono stati mantenuti, ma, laddove non sembrava neppure possibile, sono stati incrementati, con adeguamento alle tecniche più moderne di marketing. Uno potrebbe persino pensare che si sia perso il senso della misura, con questo Cristo che porta la Croce utilizzato per attrarre visitatori; nella realtà, a essere costretti a misurarla, questa misura è riconducibile al 6 per 3 che ci è capitato di vedere nei pressi della rotonda, chiedendoci se fossimo desti o se stessimo sognando. Ma è difficile capire che la Cristianità è un'altra cosa? Che non si può organizzare una processione preceduta da gente che agita sonanti contenitori di monete per stimolare le offerte? Che non si può inserire fra un 6 per 3 di Oliviero Toscano e uno che pubblicizza telefonini cellulari, un richiamo a un evento in cui un uomo è stato semplicemente trucidato da una ridda di stolti? Che se le Confraternite fossero costrette a sciogliersi per mancanza di fondi piangerebbero meno persone di quando si sono sciolti i Dire Straits?

Anonimo ha detto...

scusate tanto
ma non si vede una stramazza
flender

Nunzio Calò ha detto...

Non sembra quel famoso ballerino di flamenco... deve essere qualcun altro!