lunedì 31 agosto 2009

Montedidio





















Ho finito qualche settimana fa' di leggere questo bel libro di Erri de Luca , e mi ha lasciato un senso di piacevole leggerezza .
Una storia semplice raccontata in prima persona da un ragazzo che scrive i suoi pensieri in un rotolo di carta regalatogli da un tipografo.
Il protagonista , comincia a conoscere la vita andando "a bottega" da un falegname e conoscendo vari personaggi tra cui un calzolaio ebreo sfuggito dall'orrore della guerra.
Il calzolaio gli fara' da padre e da confessore e lo aiutera' a conoscere i segreti dell'amore e della vita.
Conosce anche Maria che diventera' la sua giovane ragazza , e che incontrera' ogni sera sulla terrazza di casa sua allenandosi con un boomerang regalatogli da suo padre!
Tutto si svolge nel quartiere di Napoli appunto chiamato "Montedidio"
Libro che si lascia leggere in qualche ora, ma che lascia molto al lettore, un'atmosfera da favola moderna, dove gli eventi , vengono raccontati da un adolescente che non si rende conto che sta cominciando la vita da uomo!


"...Ho visto che in italiano esistono 2 parole,sonno e sogno,dove il napoletano ne porta una sola, suonno.Per noi è la stessa cosa".

Nessun commento: