venerdì 25 settembre 2009

Obbligo rosa



















La nostra societa' "bigotta ed evoluta" ci impone di essere buoni , non razzisti, berlusconiani e amanti delle donne.
Alcuni amano le donne a modo loro , altri invece cercano di farle sentire importanti, mandandole in politica.
Certo , alcune saranno anche brave, ma altre sono peggio del mio cane mentre insegna inglese a una classe di barboncini
Ieri e' scoppiato il caso della provincia di Taranto , in cui si impone "per forza" di mettere nella giunta una donna.
Adesso io mi chiedo, ma la classe politica italiana e'
  1. Maschilista???
  2. Ignorante?
  3. Affetta da Misoginia?
  4. O semplicemente vuol votare gente indipendentemente dal sesso ???
Questi sono i dubbi che mi attanagliano quotidianamente (oltre al pagamento dell'affitto di casa ).
Se queste quote rosa servono per non ostacolare le donne nell'entrata in politica , allora se si deve essere coerenti e se vogliamo che tutti i membri della nostra societa' siano rappresentati in politica, allora perche' non mettere una quota anche per i gay???
Fanno parte anche loro della nostra societa' , e sicuramente sono molto piu' ostacolati delle donne !!!
Questi obblighi sono fastidiosi secondo me in primis per le donne stesse che secondo me si sentono relegate in una cerchia di emarginate .
E poi concludendo , io quando votavo cercavo di scegliere una persona in gamba indipendentemente dal sesso, colore e lunghezza dei capelli!!

giovedì 10 settembre 2009

Che cosa e' la modestia?






















Che cos'e' la modestia???
Leggiamo (dal dizionario del Corriere) "
Qualità di chi è consapevole dei propri limiti, non mostra presunzione, non ostenta le proprie qualità"

MA oggi il nostro Presidente del consiglio ha detto con molta noncuranza queste parole ; «Credo di essere di gran lunga il miglior presidente del Consiglio dei 150 anni della storia italiana» .
Complimenti presidente , la modestia le fa un baffo, ma soprattuto ripensando alla frase , mi e' venuta in mente una cosa , e cioe' , ripensavo un presidente del consiglio di 148 anni fa', che si chiamava Camillo Benso, conte di Cavour .
Il signor Conte contribui molto all'unificazione dell' Italia (sbagliata o giusta che fu' ,non e' questa la questione ) , quindi signor presidente posso dire che secondo il mio Modesto parere , di gran lunga lui si' che che fece qualcosa di importante.
Pero' , forse signor presidente lei voleva dire invece di 150 anni , 147 anni???
Ah sicuramente e' stato un errore di matematica!!!
Ecco svelato l'arcano!!!! , non e' per mancanza di modestia , e' stato un piccolo lapsus matematico!!! Le chiedo scusa!!!!

(da Nonenciclopedia)

Faccio una città di 4000 abitanti. Tutti a dire: "Ah, non è possibile!" Fatta!
Ne faccio una di 12000. Fatta!
Ne ho fatta una di 18000. Fatta!
Poi quando ho detto "Diventeremo i primi editori in Italia", la Mondadori... arrivati!
Il Milan convincerà e diventerà la prima squadra al mondo: arrivati!
Un partito, andremo al governo, tre mesi... governo, fatto il partito!
Io non ho fallito uno degli obiettivi che mi sono posto nella mia vita!
D'altronde, fatemi dare questo piccolo fatto d'orgoglio: chi c'è, in Italia, che può paragonarsi, in quanto a successi, al sottoscritto?

~ Un tale su modestia

sabato 5 settembre 2009

Sovversivo N.D.B.




















Cosa hanno in comune secondo voi Nicola Di Bari, la Dittatura Argentina, e la censura???
Apparentemente nulla , ma ecco svelato l'arcano: Durante la dittatura Argentina (1976-1983) oltre a tutte le cose che conosciamo, ne sono successe altre un po' più "Bizzarre" leggete qui .
I versi incriminati sarebbero questi :“Mia fu dolce l’istante in cui tu eri mia / la mia poesia sincera e tutto il mio calore davo a lei
Cosa si nascondera' di cosi' anti fascista in queste parole????
Quando sono stato in Argentina ho notato che uno dei cantanti italiani più famosi e' proprio il simpatico Nicola!
Ma adesso io mi chiedo; e' vero che le spie e i terroristi si confondono e si infiltrano sotto mentite spoglie, ma ve lo immaginate il simpatico Nicola nei panni di un 007 ???
E' vero che inconsapevolmente anche Giuseppe Verdi e' stato inspiratore per una famosa frase sovversiva contro gli austriaci (VIVA V.E.R.D.I.) Viva Verdi. Questo era stato lo slogan delle insurrezioni anti-austriache nel nord Italia. Ma i patrioti non volevano solo esaltare la figura di un grande musicista, ma soprattuto propagandare l'Unità nazionale sotto Vittorio Emanuele Re D'Italia (Viva V.E.R.D.I. = Viva Vittorio Emanuele Re D'Italia).
Quindi in sud America oltre a Garibaldi, c'e stato anche un'altro eroe???
Nicola un'altro eroe dei 2 mondi????

mercoledì 2 settembre 2009

Segnaletica orizzontale misteriosa


















Nella mi citta' si vedono cose strane!

Si vedono automobilisti che ignorano il significato delle strisce pedonali e ti rimproverano se qualche pedone protesta giustamente.
Si vedono persone che dicono che il divieto di sosta non vale se uno abita li sopra!
Ma la cosa bellissima e che nella mia città si vedono segnali stradali sconosciuti!!!

Se guardiamo la foto, notiamo che ci sono 7 strisce gialle , in cui si deduce che e' un posto riservato al parcheggio di autovetture di persone disabili, ma la cosa "bella " e che c'e un intricato disegno , che onestamente ci fa capire poco o nulla!
Le strisce dovrebbero d elimitare un posto auto, ma quell'intrcato gioco di strice cosa dovrebbe significare???
MA vediamo che dice il codice della strada a proposito!

La delimitazione degli stalli di sosta e' effettuata mediante il tracciamento sulla pavimentazione di strisce della larghezza di 12 cm formanti un rettangolo, oppure con strisce di delimitazione ad L o a T, indicanti l'inizio, la fine o la suddivisione degli stalli entro i quali dovra' essere parcheggiato il veicolo.
  1. I colori delle strisce di delimitazione degli stalli di sosta sono:

    1. bianco per gli stalli di sosta non a pagamento;
    2. azzurro per gli stalli di sosta a pagamento;
    3. giallo per gli stalli di sosta riservati.

  2. Gli stalli di sosta riservati devono portare l'indicazione, mediante iscrizione o simbolo, della categoria di veicolo cui lo stallo e' riservato.

  3. Gli stalli di sosta riservati alle persone invalide devono essere delimitati da strisce gialle e contrassegnati sulla pavimentazione dall'apposito simbolo; devono, inoltre, essere affiancati da uno spazio libero necessario per consentire l'apertura dello sportello del veicolo nonche' la manovra di entrata e di uscita dal veicolo, ovvero per consentire l'accesso al marciapiede


  4. (Riferimento http://www.patente.it/codice/reg40b.htm)
Allora possiamo dedurre che nella mia citta' ci sono posti riservati per le astronavi!

martedì 1 settembre 2009

Statue e criminalita'



















Curiosa notizia di qualche giorno fa , eccola qui .

La statua del famoso santo serviva come nascondiglio per armi ,droga e denaro sporco!
Eppure nelle mie rare e noiosissime lezioni di catechismo , mi ricordo di aver letto in un
famoso libro queste parole: "Non ti farai scultura alcuna immagine alcuna delle cose che sono lassù nei cieli o quaggiù sulla terra o nella acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non le servirai, perché io, l'Eterno, sono un Dio geloso..." (Esodo 20:4-5).

Non voglio dire che tutti quelli che adorano una statua sono dei criminali , ma c'e qualcosa che non va tra i libri che alcuni ritengono sacri e la vita di tutti i giorni !