giovedì 4 marzo 2010

Gli asini se ne fregano























Ho scoperto una cosa; ci hanno ingannato, il mondo non e' quello che ci hanno insegnato a scuola !!
A scuola ci dicevano tante stronzate!
Ci davano ogni mattina delle strane "pillole rosa" e ci pungevano con i famosi "4 puntini" .
Chissà cosa c'era li dentro???
Secondo me eravamo topi da laboratorio!!!
Ci facevano cantare l'inno nazionale, e ci dicevano che eravamo tutti uguali , ma nel frattempo i bianconeri vincevano sempre loro ( come mai??).
Ci dicevano che c'era un Dio forte buono e comprensivo , ma io non l'ho mai visto agire!!!
Per rimproverarci ci davano degli Asini , come se un asino fosse una creatura ignorante e insignificante, detto dagli "Uomini" che sono anche mostri e' un complimento!

Nel frattempo più guardavo gli Asini e più mi stavano simpatici, con quello sguardo tranquillo sereno e di chi la sa' lunga!
LA verita' e che siamo menti istituzionalizzate e seguiamo la corrente.
LA falsita' regna incontrastata sovrana , la mediocrità avanza come un carro armato!
In questo mondo falso l'unica verita' sono i nostri guai quotidiani che ci inseguono e alcune volte ci raggiungono!
Ogni giorno si combatte a colpi di rabbia e contro gente falsa e ignorante
Le  persone  che mi vogliono bene  dicono che mi incavolo facilmente, e hanno  ragione, ma ditemi se e' normale vivere in mezzo gente che urla in mezzo alle scale solo per chiamare i parenti di sotto, o se si deve ascoltare ogni giorno il panettiere alle 13 :25 che strombazza con il clacson solo per avvisare le massaie (grasse e rimbecillite da tronisti) che devono uscire per compare il suo pane fatto con farina bianchissima e velenosa!!!
Potrei fare esempi a vanvera , ma mi autocensuro.

Il protagonista di un bellissimo film sognava un mondo dove «Buongiorno voglia davvero dire buongiorno».

5 commenti:

Nunzio Calò ha detto...

E i corniciai? Vogliamo parlare dei corniciai?

Gennaro ha detto...

Si se ne puo' parlare!
MA io sono di parte , quindi mi astengo!

Daniela ha detto...

Ciao! es la escuela se aprende cada vez más cosas pero cada vez se aleja más de la realidad aunque se quiera aparentar otra cosa. Pero hay algo que pocas sociedades tienen que es el respeto por el otro. Si todos tuviesemos en cuenta eso, no tendríamos que enojarnos porque la vecina grite por la escalera, porque no lo hará, respetando el descanso o silencio del resto...
Un compatrota tuyo Tonucci (educador, pedagogo) escribió en un libro "las sociedades será mejores el día que se piensen las ciudades a favor de los peatones y no de los autos" Baci, Daniela

Veneris ha detto...

Come ti capisco caro mio. L'italiano medio ormai è quel tipo di gente che tu hai descritto. Rimbecillito totalmente da anni di tv spazzatura. Il guaio è che il futuro lo vedo ancora peggio. Ora vado devo ancora televotare al grande fratello :-)

Spinoza ha detto...

C'era quella bellissima pseudofavola citata da Giobbe Covatta in "Pancreas" in cui il maiale diceva all'asino: "Tu fai proprio una brutta vita, ti caricano di lavoro, ti battono, fatichi assai, non vorrei proprio fare la tua vita". E l'asino: "Sì, ma tu non sei quello dell'anno scorso.."