giovedì 25 marzo 2010

"Fuoco distruggitore"
















Si dice che l'imperatore Nerone sia rimasto impietrito nel vedere Roma bruciare.
Ma sono solo voci.
Circa 2000 anni dopo un ministro rimase eccitato e sorridente a vedere un enorme falo'.
SI fece fotografare con sorrisi a 45 denti e intanto le fiamme divampavano!
Chissà cosa si prova in certi momenti??
Dopo anni di duro lavoro per le istituzioni e' una bella soddisfazione farsi fotografare dinanzi a un falo'.
MA io mi chiedo , in un paese civile divorato ma 1000 problemi , un bell'esempio di ecologia non si poteva fare???
Perche' quell'enorme pila di carta non e' stata riciclata??????
Non era difficile , sarebbe bastato un camion e tutto in una bella isola ecologica , e qualche bella foto non sarebbe stata sgradita.
MA tutto questo ha un senso in un paese civile e normale , invece qui...............

martedì 16 marzo 2010

Mi preoccupo quando mi dicono di non preoccuparmi














Capita che ogni giorno ci si imbatta in situazioni più o meno strane e si usi la famosa frase "DAI NON TI PREOCCUPARE".
Ecco, questa frase mi mette ansia, perche' generalemnte c'e da preoccuparsi quando uno te lo dice.
Infatti succede sempre che la cosa vada male e li mi "preoccupo" davvero!
E' una frase che e' entrata nel gergo comune , viene detta non noncuranza e senza "preoccuparsi"degli effetti "preoccupanti " che puo' provocare!
A me succede raramente di dirla questa frase , ma mi scuso subito dopo con il mio interlocutore.
Le varianti meno preoccupanti sono " stai tranquillo" , "non c'e nessun problema", oppure "andra' tutto bene".
Io una spiegazione ce l'ho , io penso che nella mente le parole brutte o "preoccupanti" ci mettono subito in allarme , anche se queste parole sono associate alla negazione .
Per esempio: se non devo preoccuparmi , io penso subito alla preoccupazione ma non al fatto di stare tranquillo .
In conclusione per favore non ditemi "Non preoccuparti".

giovedì 4 marzo 2010

Gli asini se ne fregano























Ho scoperto una cosa; ci hanno ingannato, il mondo non e' quello che ci hanno insegnato a scuola !!
A scuola ci dicevano tante stronzate!
Ci davano ogni mattina delle strane "pillole rosa" e ci pungevano con i famosi "4 puntini" .
Chissà cosa c'era li dentro???
Secondo me eravamo topi da laboratorio!!!
Ci facevano cantare l'inno nazionale, e ci dicevano che eravamo tutti uguali , ma nel frattempo i bianconeri vincevano sempre loro ( come mai??).
Ci dicevano che c'era un Dio forte buono e comprensivo , ma io non l'ho mai visto agire!!!
Per rimproverarci ci davano degli Asini , come se un asino fosse una creatura ignorante e insignificante, detto dagli "Uomini" che sono anche mostri e' un complimento!

Nel frattempo più guardavo gli Asini e più mi stavano simpatici, con quello sguardo tranquillo sereno e di chi la sa' lunga!
LA verita' e che siamo menti istituzionalizzate e seguiamo la corrente.
LA falsita' regna incontrastata sovrana , la mediocrità avanza come un carro armato!
In questo mondo falso l'unica verita' sono i nostri guai quotidiani che ci inseguono e alcune volte ci raggiungono!
Ogni giorno si combatte a colpi di rabbia e contro gente falsa e ignorante
Le  persone  che mi vogliono bene  dicono che mi incavolo facilmente, e hanno  ragione, ma ditemi se e' normale vivere in mezzo gente che urla in mezzo alle scale solo per chiamare i parenti di sotto, o se si deve ascoltare ogni giorno il panettiere alle 13 :25 che strombazza con il clacson solo per avvisare le massaie (grasse e rimbecillite da tronisti) che devono uscire per compare il suo pane fatto con farina bianchissima e velenosa!!!
Potrei fare esempi a vanvera , ma mi autocensuro.

Il protagonista di un bellissimo film sognava un mondo dove «Buongiorno voglia davvero dire buongiorno».