martedì 6 settembre 2011

La civilta' in uno schiaffo



Chi non ha avuto uno schiaffetto da un genitore??? Forse i piu' giovani meno , ma quelli della mia eta' probabilemnte qualcuno si. E'  di  qualche giorno  fa'  questa  curiosa  notizia , in  cui   un turista  pugliese in vacanza  a  Stoccolma  , ha schiaffeggiato  suo  figlio per  strada , e  notato da  alcuni  passanti  e'  stato  arrestato  dalla polizia  svedese. Qui nasce  il dibattito  , esagerato???Giusto??  Sbagliato???
E' vero  , il grado  di civilta'  di alcuni popoli  e'  differente, noi  italiani  che ne  abbiamo  poca  , vediamo i popoli nordici  come  esempi da  seguire , e probabilmente a  ragione , ma  questa  volta  no, i grandi  saggi    hanno deciso  che  la  civilta'  svedese  ha  sbagliato,  o meglio ha  esagerato.  Adesso  devo  dire  che    conosciamo  i reali fatti   solo  dai TG  e  dai giornali  , che notoriamente  ogni tanto  esagerano  (Anche  loro) , ma  diamo x  assurdo che i fatti  si siano  svolti  proprio cosi' e  apro una piccola  considerazione  : come  possiamo noi  urlare    contro i nostri amici  svedesi  accusandoli  di  esagerazione  e  di  zelo  , noi  che  civilta' ne  abbiamo poca?????  Se  vediamo  il discorso  del video  (  attualissimo  dal punto di vista  di tante persone) ,  si denota  come  uno schiaffo  serva  , e' utile o  addirittura  necessario. Si , forse   e' vero   ma se  dobbiamo  seguire   questa   strada   di critica  verso  la  "civilta'  esagerata"  dobbiamo fare alcune  considerazioni  . Ci  laviamo  tanto la bocca   con  la  civilta'   , ma quando   parcheggiamo  sui marciapiedi  , non ci fermiamo  sulle  strisce  pedonali  , o  non facciamo la raccolta  differenziata  e  altre  piccole  incivilta'  allora come la mettiamo???? 
Comunque per concludere  volevo  ricordare  gli schiaffi    che mi dava   la mia maestra ; dolorosi  , ma li ricordo ancora con un certo  "affetto" ,  e' vero  erano  "giusti " democratici , non so'   se dire  che  oggi  mancano  nella nostra  societa'  questi schiaffi  , ma non porto rancore  x  la mia maestra , oltre  gli schiaffi  c'era  tanto  affetto e  rispetto.